Vai ai contenuti

Menu principale:

Configurare Client

PREMESSA: l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata, il quale dialoga solo con altri indirizzi certificati, sostanzialmente può essere utilizzato in modo saltuario oppure intensivo.

- Nel primo caso, cioè se volete farne un uso saltuario perchè siete stati obbligati ad avere la casella PEC, quindi la utilizzerete in linea di massima per ricevere solamente quei pochi messaggi all'anno che vi saranno inviati, consigliamo di non configurare nessun account di posta nel vostro computer ma di utilizzare esclusivamente l’interfaccia WebMail per leggere ed inviare i messaggi certificati.
A tal proposito vi rammentiamo che su ogni indirizzo certificato è attivo un servizio che inoltra al vostro indirizzo di posta non certificato, che abitualmente utilizzate, un messaggio che vi avverte dell'arrivo di un nuovo messaggio certificato, quindi, quando riceverete questa comunicazione non farete altro che collegarvi alla WebMail per andare a leggere il messaggio che vi è pervenuto.
Allo stesso tempo, utilizzando esclusivamente la WebMail, i messaggi inviati e ricevuti, cosi come i messaggi di accettazione e di consegna possono essere lasciati tranquillamente sul server come un archivio, in modo da averli sempre disponibili in caso di necessità. L’unico accorgimento è di controllare che non termini mai lo spazio disponibile per i nuovi messaggi in arrivo nel vostro indirizzo certificato, il quale è comunque messo ben in evidenza all’interno dell’interfaccia della WebMail. Solamente quando vedrete che lo spazio per i nuovi messaggi in arrivo è rimasto poco dovete necessariamente provvedere ad archiviare e poi a rimuovere i messaggi più vecchi dal server in modo da evitare che i nuovi messaggi in arrivo, non trovando più spazio per la loro giacenza, possano essere rifiutati a causa della casella piena.

- Nel secondo caso, cioè se avete intenzione di utilizzare in modo intensivo la vostra casella PEC, sia per ricevere ma anche per inviare molti messaggi certificati, allora la soluzione migliore rimane quella di configurare nel vostro computer l'account di posta certificata in modo da utilizzarlo direttamente dal vostro programma di posta elettronica che abitualmente utilizzate.
Per evitare comunque di perdere sia i messaggi in ricezione che i messaggi di accettazione e di consegna che attestano che i vostri messaggi inviati sono stati consegnati nella casella certificata del destinatario, è consigliabile creare all'interno del programma di posta elettronica che state utilizzando delle regole le quali provvederanno automaticamente a spostare questi messaggi in appropriati spazi in modo da creare una sorta di archivio per questi importanti messaggi.

Naturalmente resta inteso che questo che vi abbiamo indicato è un nostro semplice consiglio e non è assolutamente un obbligo che dovete rispettare, quindi nulla toglie che decidete di fare come meglio preferite.


Configurazione Client di posta

I-PAD


La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l'account di Posta Elettronica Certificata (PEC) sui dispositivi Apple iPad. Precisiamo che abbiamo preferito operare con protocollo POP dato che è più facile da gestire sui dispositivi mobili in genere.

E' importante notare che i passaggi indicati possono cambiare in base alle versioni del programma e in base agli aggiornamenti dello stesso, comunque in linea di massima non dovrebbero esserci delle notevoli variazioni da quanto da noi indicato.

Attenzione: non si effettua assistenza telefonica sulla configurazione di questo o di qualsiasi altro programma di posta elettronica che state utilizzando. Per una corretta configurazione leggete attentamente la sottostante documentazione.


  • per iniziare la configurazione cliccare sul menù Impostazioni e successivamente sulla voce Posta, contatti, calendari


  • nella schermata che apparirà sulla destra cliccare su Aggiungi Account


  • nella successiva schermata cliccare su Altro





  • sotto alla voce Posta selezionare Aggiungi account Mail


Nella finestra che si aprirà inserire i dati relativi al proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC)





  • nel campo Nome inserire un nome che identifichi l'indirizzo PEC

  • nel campo E-mail inserire il proprio indirizzo PEC

  • nel campo Password la propria password

  • il campo Descrizione è facoltativo

  • cliccare sulla voce Avanti per avanzare alla prossima schermata



Di seguito inserire le impostazioni del server posta in arrivo

  • nel campo Nome host digitare pops.sicurezzapostale.it

  • nel campo Nome utente inserire il proprio indirizzo PEC

  • nel campo Password inserire la propria password



quindi inserire le impostazioni del server posta in uscita

  • nel campo Nome host digitare smtps.sicurezzapostale.it

  • nel campo Nome utente inserire il proprio indirizzo PEC

  • nel campo Password inserire la propria password

Infine cliccare su Salva per confermare le impostazioni e tornare alla schermata iniziale.

Adesso è necessario verificare le impostazioni della posta in uscita e la posta in arrivo ed inserire le corrette porte che utilizza la posta certificata.
Partendo dall'inizio: andare su IMPOSTAZIONI
quindi POSTA, CONTATTI, CALENDARI

  • cliccare nell'account creato (il nome della tua casella certificata)

nel settore SERVER POSTA IN ARRIVO

  • in NOME HOST, se non già presente, digitare: pops.sicurezzapostale.it

  • in NOME UTENTE, se non già presente, digitare l'intero indirizzo di posta (es. tuonome@legalpec.net)

  • in PASSWORD, se non avete sbagliato in precedenza in quanto non visibile, potete comunque digitare la password tenendo conto dei caratteri maiuscoli/minuscoli della stessa.

Proseguendo, dal settore SERVER POSTA IN USCITA, cliccare nella riga SMTP

  • adesso cliccare sulla riga smtps.sicurezzapostale.it
  • in NOME HOST, se non già presente, digitare: smtps.sicurezzapostale.it

  • in NOME UTENTE, se non già presente, digitare l'intero indirizzo di posta (es. tuonome@legalpec.net)

  • in PASSWORD, se non avete sbagliato in precedenza in quanto non visibile, potete comunque digitare nuovamente la password tenendo conto dei caratteri maiuscoli/minuscoli della stessa.

  • abilitare USA SSL

  • in AUTENTICAZIONE, se non già presente, selezionare PASSWORD

  • su porta del server inserire 465

Cliccare su FINE (in alto a destra) per salvare le impostazioni fin qui inserite.



Dopo aver confermato le impostazioni cliccando su Fine (operazione descritta in precedenza), adesso di deve configurare la posta in entrata, quindi tornare indietro alla pagina ACCOUNT
e da qui:

  • cliccare su AVANZATE

  • nel settore MESSAGGI ELIMINATI (Rimuovi) selezionare MAI

  • nel settore IMPOSTAZIONI POSTA IN ENTRATA abilitare USA SSL

  • in ELIMINA DAL SERVER, se non già selezionato, selezionare MAI

  • in autenticazione, se non già selezionato, selezionare PASSWORD

  • su porta del server inserire 995

A questo punto ritornare indietro alla pagina ACCOUNT e salvare le impostazioni cliccando su FINE (in alto a destra).

Ricorda che:
Per ogni messaggio inviato e consegnato senza problemi, il mittente riceve:

  • una ricevuta di accettazione proveniente dal proprio sistema di PEC; la ricevuta di accettazione è un messaggio di posta con subject "Accettazione:" seguito dal subject del messaggio originale inviato e con un testo che indica che il messaggio in partenza è corretto ed è stato accettato dal sistema.

  • una ricevuta di avvenuta consegna dal sistema PEC del destinatario; la ricevuta di avvenuta consegna è un messaggio di posta con subject "Avvenuta consegna:" seguito dal subject originale e con un testo che indica che il messaggio è giunto a destinazione. La ricevuta contiene, in allegato, un file xml con i dati di certificazione ed il messaggio originale, completo di allegati.


Il destinatario riceve, da parte sua:

  • documento di trasporto cioè un messaggio di posta che ha come subject "Posta certificata:" seguito dal subject del messaggio originale e con testo l'indicazione che si tratta di un messaggio di PEC. Il messaggio contiene, in allegato, la mail originale completa degli eventuali allegati.


Casi particolari vengono gestiti attraverso altri avvisi o ricevute che hanno in comune il fatto di avere un subject con un prefisso particolare seguito dal subject originale ed un testo che spiega la tipologia di avviso. Alcuni di queste ricevute/avvisi sono: avviso di mancata consegna, avviso di non accettazione per virus, avviso di mancata consegna per superamento tempi massimi, etc.


Torna ai contenuti | Torna al menu